Berlusconi a bordo: I miei governi? Hanno fatto miracoli

Dopo l’assenza (che si è fatta molto notare) alla festa dei giovani del Pdl ad Atreju, l’ex premier Silvio Berlusconi non ha, invece, deluso i lettori del Giornale. Che questa mattina lo hanno atteso a bordo della nave salpata da Venezia con destinazione Bari. Al direttore Alessandro Sallusti il Cavaliere ha concesso un’ampia intervista nella quale ha ripercorso le “stazioni” della sua esperienza politica (dagli esordi di Forza Italia ai successi – a suo giudizio – dei suoi governi). Senza dimenticare di fornire la sua personale istantanea sulla situazione economica internazionale e sui protagonisti della scena politica italiana.

I governi dei miracoli – Ospite d’onore della nave crociera Msc Divina “ingaggiata” dal quotidiano Il Giornale per traghettare i suoi lettori verso la Turchia, l’ex premier Silvio Berlusconi ha oggi ripercorso i “fasti” del passato: “Abbiamo fatto più di 40 riformeha ricordato ai supporter salpati con lui da Venezia – dalla lotta alla criminalità alle grandi opere all’istruzione”. E ancora: I miei governi hanno fatto miracoli in politica estera – ha rivendicato il Cavaliere – non ci siamo mai inginocchiati a Francia e Germania, ma abbiamo stretto amicizia con tutti”. 

L’affondo su Sarkozy – Inevitabilmente interpellato sulla difficile situazione economica, l’ex presidente del Consiglio non ha poi dimenticato di riabilitare un antico tormentone: “In tempi di crisiha detto – il fattore psicologico è fondamentale”. Non basta: “Senza abbassare la pressione fiscale non si esce dalla recessione”, ha spiegato categorico il fondatore del Pdl  che ha tradito anche un certo euro-scetticismo: “Le norme del fiscal compactha tagliato corto – impediscono la crescita”. E rimanendo nell’ambito della politica estera, il Cavaliere ha riservato parole di fuoco all’ex presidente francese, Nicolas Sarkozy, arrivando a definirlo “un uomo in cui l’arroganza vince l’intelligenza”. 

Alfano speciale, Grillo comico – E la sua fotografia del quadro politico italiano? Alfano è il miglior politico in circolazione – ha assicurato l’ex premier – un uomo speciale”. Quanto al vulcanico “rottamatore” democratico, Matteo Renzi, che si è spinto a corteggiare gli elettori delusi del centrodestra: “Porta avanti le nostre idee sotto le insegne del Pd”, ha chiosato Berlusconi. E non è mancato un commento sull’outsider che minaccia di “terremotare” gli antichi partiti: Beppe Grillo è uno straordinario attore comico – ha riconosciuto il Cavaliere – ma sta ancora facendo quel mestiere. Non ci s’improvvisa amministratori di un Paese o di una città”.

Maria Saporito