Bundesliga: calciatore ammonito due volte per esultanza eccessiva

Bundesliga, calciatore espulso per esultanza. Szabolcs Huszti ricorderà per sempre il gol del 3-2 di ieri, con cui l’Hannover ha battuto il Werder Brema a pochi secondi dal termine del match. Nelle sua memoria non rimarrà la splendida prodezza che ha regalato la vittoria all’Hannover, ma quanto è accaduto dopo: l’arbitro Aytekin ha espulso il calciatore, per punire l’eccessiva esultanza con cui ha festeggiato la rete. Huszti infatti s’è tolto subito la mogliettina, e poi è andato a festeggiare sotto la curva. Da qui sono arrivati i due gialli dell’arbitro, che hanno portato al rosso diretto per il centrocampista ungherese.

Giocatore e tifosi increduli – Un cartellino rosso che ha lasciato increduli tutti. Huszti ha dichiarato infatti “Sapevo che mi sarei beccato un’ammonizione per essermi tolto la maglia. Ma non mi aspettavo certo la doppia sanzione”. La Bild invece ha parlato di “Espulsione idiota”. L’allenatore dell’Hannover Mirko Slomka ha mandato giù il rospo, ma ha fatto capire che la decisione presa dall’arbitro è stata esagerata. Aytekin ha provato a difendersi, affermando “Mi sento quasi in colpa, ma non ho potuto fare altrimenti: un giocatore che si toglie la maglia viene ammonito. E un giocatore che si arrampica sulle recinzioni viene ammonito”.

Simone Lo Iacono