18enne uccide i suoi stupratori: dopo 30 anni l’esecuzione capitale

Pennsylvania – Terry Williams è un uomo di 46 anni della Pennsylvania che attende a giorni l’esecuzione capitale. L’uomo è andato in carcere quando aveva solo 18 anni ed è stato condannato a morte, condanna che verrà eseguita solo oggi, ma non finisce qui. Terry Williams è stato condannato per aver ucciso gli uomini che lo hanno violentato ripetutamente per tutta la sua infanzia.

Gli eventi – Williams è stato vittima di abusi sessuali da due uomini da quando aveva 6 anni. Le violenze ripetute si sono protratte negli anni finché, quando compì 18 anni, trovò il coraggio di affrontare i suoi aguzzini e li uccise. Il ragazzo venne subito arrestato e rinchiuso in carcere. Dopo quasi 30 anni di carcere, oggi Terry deve affrontare l’esecuzione.

Non uccidete Terry – In molti sono stati a chiedere clemenza per l’uomo, anche la vedova di uno dei due uomini che ha ucciso. In molti si stanno battendo per sostenere la campagna contro l’esecuzione di Terry. “Fategli scontare la pena ma non uccidetelo” è la richiesta del “Pennsylvania Board of Pardons”. La giuria non ha tenuto in considerazione l’esperienza traumatica vissuta del giovane, il fatto che fosse stato un bambino costretto ad affrontare da solo atroci violenze senza essere stato mai aiutato da nessuno. Aveva infatti solo 18 anni al tempo del duplice omicidio e il motivo del crimine, se per alcuni può essere non giustificabile, sicuramente era stato determinante e distruttivo per l’equilibrio psicologico del ragazzo.

Michela Santini