Hockey, Nhl: ufficializzato il Lockout

Hockey, Lockout Nhl. Da alcune ore è partito il Lockout della Nhl, la lega nazionale dell’Hockey nord-americano, che riunisce alcune delle franchigie più forti del mondo. Lo sciopero è arrivato dopo che i proprietari delle squadre ed il sindacato dei giocatori non hanno trovato un accordo sulla spartizione delle risorse: i boss proponevano un contratto della durata di sei anni, che avrebbe permesso ai players di guadagnare il 47% della torta. La proposta non è piaciuta agli atleti delle franchigie, che hanno proclamato il terzo sciopero della storia della Nhl (i primi due furono quelli delle stagioni 1994/1995 e 2004/2005).

Nuovo esodo in Europa? – Il Lockout 1994/1995 venne bloccato dopo poche settimane, e portò alla disputa di un campionato ridotto, dove si giocarono solo 48 partite, a differenza delle classiche 82 presenti in calendario. Quello della stagione 2004/2005 invece fu più duro, e portò alla cancellazione dell’intero campionato. In quella occasione diversi campioni dell’Nhl approdarono in Europa, e tante stelle dell’Hockey decisero di prender parte anche al campionato italiano, che visse una stagione da favola. Il titolo se lo giocarono infatti Milano e Cortina, che potevano schierare assi del calibro di Craig Adams, Rob DiMaio, Niklas Sundstrom e Matt Cullen.

Simone Lo Iacono