Nuoto, il presidente della Fin attacca Federica Pellegrini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:06

Nuoto – Dopo il comunicato diramato l’altro giorno in cui la Fin (Federazione Italiana Nuoto) chiedeva di “conoscere i programmi” del nuovo rapporto tra Federica Pellegrini e l’allenatore francese Philippe Lucas, oggi il presidente federale Paolo Barelli è stato più duro con la nuotatrice veneta. Il numero uno della Fin ha parlato a margine del de-briefing sulle Olimpiadi 2012 organizzato dal Coni al Foro Italico esprimendo tutto il suo disappunto: “Non si può dare tutto per scontato, non può essere tutto bianco o nero, chi sta con me o contro di me. Di questo ci siamo rotti le scatole. Siamo sempre stati a disposizione della Pellegrini con grande compiacimento, ora valuteremo anche questa sua quarta, quinta necessità, ma normalmente le cose avvengono al contrario”.

Lucas non può comandare – La Pellegrini vuole tornare a farsi allenare da Lucas e l’ha già comunicato sei giorni fa alla Fin che però non si è ancora messa in contatto con il tecnico francese perché vuole vederci chiaro. Barelli spiega: “L’equivoco è nato perché Lucas dovrebbe entrare nello staff, comandare qualcuno, ma la Federazione non deve essere giudicata da nessuno. Lucas è una persona amica e uno dei 20-30 migliori allenatori sul mercato, ma non basta questo per portarlo dentro casa per quattro anni. E non è solo una questione economica (Lucas sarà pagato dalla Fin e non dalla Pellegrini, ndr): normalmente le cose accadono al contrario, prima si discute delle proprie esigenze e poi si decide”. Barelli comunque non chiude le porte al francese: “Incontreremo Lucas”.

Miro Santoro