Sollecito, confessione choc nel suo libro: “Mi hanno chiesto di mentire per incastrare Amanda”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:56

Sollecito: “Volevano che incastrassi Amanda” – È una confessione choc quella che ritroviamo tra le pagine del libro di Raffaele Sollecito, dal titolo ‘Honor Bound’, che uscirà in America tra qualche tempo. “Volevano che mentissi per incastrare Amanda”, queste le parole che il giovane pugliese riporta nel libro che raccoglie le sue memorie di quella tremenda vicenda che lo ha visto protagonista. Tra le pagine, ritroviamo il racconto di una trattativa sollecitata da un avvocato vicino alla pubblica accusa per convincerlo a dire di non sapere cosa Amanda avesse fatto quella sera. Sarebbe bastata quella sua dichiarazione per il ragazzo per uscire presto dal carcere, lasciando nei guai solo la ragazza. E invece lui non ha ceduto ed ha continuato a stare al fianco della sua Amanda, nonostante, come lui stesso afferma in ‘Honor Bound’ avesse contro anche la sua stessa famiglia.

Dal primo incontro fino alla notte in cui fu assassinata Meredith Kercher – Raffaele Sollecito, come ricordiamo, era stato imputato assieme alla sua compagna di allora, l’americana Amanda Knox, nel processo per la morte della studentessa inglese Meredith Kercher, assassinata a Perugia il primo novembre 2007, è stato assolto in appello, assieme anche alla Knox. Ora, con la stesura di questo suo libro che uscirà a breve in America, è pronto a ripercorrere le varie tappe della tremenda vicenda che ha sconvolto la vita a tante persone, dalla prima volta che ha visto Amanda, alla loro storia d’amore, alla fatidica notte dell’assassinio di Meredith, fino ai giorni in carcere.

Le minacce dei poliziotti – Particolare attenzione la ritroviamo nella descrizione degli interrogatori che i due, Raffaele ed Amanda, hanno dovuto sopportare. “Se provi ad alzarti e andartene, ti pesto a sangue e ti ammazzo. Ti lascio in una pozza di sangue” – queste le parole riportate nel suo libro da Sollecito, che riprende le minacce che un poliziotto gli aveva rivolto durante il primo interrogatorio. Parole forti quelle riportate nel suo libro da Raffaele Sollecito, che passa da carnefice a vittima dell’accaduto. Vedremo se ‘Honor Bound’ arriverà anche nelle librerie italiane dopo l’uscita, tra qualche giorno, tra gli scaffali americani.

Maria Rosa Tamborrino