Bilanci dei partiti, sì della Camera a controlli esterni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:13

La decisione della Giunta – Dopo le polemiche di ieri sulla possibilità di controllo dei bilanci dei partiti da parte di società esterne, arriva oggi il sì unanime della Camera.
La decisione è stata presa dalla giunta per il Regolamento di Montecitorio che ha approvato il testo dei relatori Gianclaudio Bressa (Pd) e Antonio Leone (Pdl).
La settimana prossima toccherà all’Aula di Montecitorio votare il testo, allo scopo di garantire trasparenza e correttezza, i gruppi saranno sottoposti al controllo di una società di revisione legale selezionata dall’Ufficio di presidenza con procedura di evidenza pubblica. La società verificherà nel corso dell’esercizio la regolare tenuta della contabilità e la corretta rilevazione dei fatti di gestione ed esprimerà un giudizio sul rendiconto”.

Le reazioni – Bersani non si dice affatto preoccupato: “Il Pd da quando è nato ha fatto certificare i conti alla stessa società che certifica i conti di Banca Italia. Noi problemi zero“.
Soddisfazione è stata espressa anche da Casini: ”La certificazione esterna dei rendiconti dei gruppi parlamentari è la scelta più saggia ed efficace. Garantire la necessaria trasparenza nella gestione del denaro pubblico è un’esigenza sentita dai cittadini e dall’opinione pubblica, una decisione non più rinviabile specie dopo i casi Lusi, Belsito e Fiorito. Ieri il presidente Casini aveva richiamato tutta l’Assemblea al senso di responsabilità su questo tema perché per sconfiggere l’antipolitica occorre buona politica e fatti concreti, non chiacchiere”.
Fini si è detto sollevato dalla decisione della Camera che sicuramente avrà il suo peso anche alle prossime elezioni.

Matteo Oliviero

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!