Lazio, Polverini pronta a lasciare ma il Pdl non ci sta: Non deve mollare

Polverini: Tagli e dimissioni – Il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, sembra intenzionata a lasciare l’incarico dopo gli scandali sulle spese pazze con i fondi della regione.
Dalle ultime indiscrezioni però, la Polverini, prima di lasciare, vuole approvare in fretta i provvedimenti sui tagli alle spese, come aveva richiesto nel Consiglio regionale straordinario di lunedì.
Le pressioni del Pdl però sono forti, dai big dal Pdl fino all’ex premier Berlusconi, arriva una sola voce: La Polverini non deve mollare.
Non so se Berlusconi abbia impedito le dimissioni di Renata Polverini, ieri ho provato più volte a chiamarla ma non sono riuscito a parlarle, ma sicuramente sta valutando le dimissioni. Da questa sede io la invito a non dimettersi, a tenere duro e a fare pulizia“, ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno.
Convinta delle dimissioni invece Alessandra Mussolini: “La Polverini si dimetterà quasi sicuramente. Ma poi bisognerà fare piazza pulita di tutta quella pletora di gente strapagata che non ha controllato niente. I responsabili, oltre chi ha distratto dei soldi, sono anche coloro che non controllano“.
Richieste di dimissioni sono arrivate anche dall’opposizione, soprattutto dal capogruppo Pd in Regione, Esterino Montino: “La polverini si deve dimettere e si dimetterà perché non sarà in grado di fare nulla: accadrà la prossima settimana“.

Matteo Oliviero