Napoli: aggrediti tifosi svedesi, tre accoltellati

Napoli, aggressione – Brutte notizie quelle che arrivano a poche ore dall’inizio del match di Europa League fra Napoli e AIK Solna: nella serata di ieri, un gruppo di ultrà partenopei ha aggredito alcuni tifosi svedesi recatisi a Napoli per assistere al match. I tifosi, tra l’altro, erano sì di nazionalità svedese, ma facevano parte del Napoli Club Stoccolma, quindi si trovavano nel capoluogo campano per tifare gli azzurri. Armati di mazze e coltelli, gli ultrà napoletani hanno aggredito il gruppo mentre si trovavano all’osteria Borgo Antico. Nello scontro, oltre a due tifosi scandinavi, è rimasto ferito anche il titolare del ristorante, uscito per difendere i suoi clienti.

Ferite – Per fortuna le ferite riportate dai tre non sono gravi e guariranno nel giro di 10-15 giorni. A Radio Kiss Kiss Napoli è intervenuto il titolare dell’osteria, Pasquale Letteriello: “Confermo che ieri sera alcuni individui sono entrati a volto coperto e con delle mazze da baseball nella mia pizzeria, aggredendo me ed altre due persone. Mio cugino è stato ferito da un coltello, un altro tifoso è stato accoltellato al ginocchio e io ho ricevuto due coltellate alla schiena. Mi hanno aggredito e non ci ho capito nulla“. Ad aumentare la frustrazione del ristoratore ci hanno poi pensato le forze dll’ordine: “Aggiungo che sono rimasto male di una cosa: di fronte al mio locale c’è una caserma della Guardia di Finanza, alla quale mi sono subito rivolto e ho bussato per avere un soccorso mentre perdevo sangue dalla schiena. Loro non mi hanno risposto, l’hanno fatto dopo un po’ dicendomi che c’era solo un piantone che non poteva far altro che chiamare dei rinforzi. Solo dopo sono arrivate le volanti della Polizia“.

Alberto Ducci