Vignette anti-Islam: Fratelli Musulmani chiedono intervento francese

Vignette anti-Islam: Fratelli Musulmani chiedono intervento francese – Il partito dei Fratelli musulmani egiziani, Giustizia e libertà, ha chiesto al governo francese di prendere un provvedimento “deciso e urgente” contro Charlie Hebdo, sull’esempio di quanto è già stato fatto per le foto di Kate Middleton. Il settimanale ha provocato nuove polemiche e proteste nel mondo musulmano per via della pubblicazione di nuove vignette blasfeme anti-Islam, che ora rischiano di far esplodere una situazione già assai tesa. Nel comunicato, il partito esprime il suo rifiuto “categorico” delle vignette che rappresentano “un nuovo attacco all’Islam e ai musulmani”. La magistratura francese – si sottolinea – ha “già preso iniziative dissuasive” nei confronti della rivista che ha pubblicato le foto della duchessa di Cambridge. Giustizia e libertà si chiede, dunque, quale sia l’obiettivo della pubblicazione di queste caricature “estremiste”, a soli pochi giorni dalla diffusione del film “che denigra” l’Islam.

“Ci sono mani invisibili che spingono gli occidentali a provocare i popoli arabi e islamici che cominciano a trovare la loro libertà, cacciando regimi corrotti e tirannici?”, si legge ancora nella nota del partito, dalle cui file proviene il presidente egiziano, Mohamed Morsi. Infine, un rinnovato appello alla comunità internazionale e all’Onu a definire un accordo che protegga i simboli islamici e i principi religiosi da “questo estremismo intellettuale, che spinge nella direzione della violenza e dello scontro”. A tal fine, Giustizia e Libertà chiede alle istituzioni religiose internazionali, al governo egiziano, alla Lega araba ed all’Organizzazione della cooperazione islamica di prendere le misure giuridiche necessarie “per fare fronte a queste pratiche che incitano all’odio e provocano i musulmani.