Guastalla: bimba nata morta dopo cesareo. Aperta un’inchiesta

Morta una bambina dopo il cesario – Il dramma è successo questa mattina nel reparto di Ginecologia e Ostetricia di Guastalla, in provincia di Reggio Emilia: una bambina è nata morta dopo che era stato effettuato un taglio cesareo d’urgenza. A dare la notizia alla stampa è stata la stessa Ausl, dove si è deciso di aprire un’inchiesta su quanto accaduto. La mamma della piccola nata morta è arrivata in reparto già con le doglie. Subito è stata trasportata in sala parto dove si è reso necessario un taglio cesareo per far nascere la bambina. Alla nascita i medici si sono accorti che la nascitura non piangeva né respirava: era, dunque, senza vita. Le manovre di rianimazione sono state del tutto vane.

Aperta un’inchiesta per la morte della bambina – Quello di questa mattina non è stato il primo caso in cui un parto non ha avuto un esito positivo.  L’autorità giudiziaria ha disposto il sequestro della cartella clinica e l’autopsia sul corpicino della piccola neonata nata morta, che sarà effettuata già nella giornata di domani. “E’ stata attivata, come da prassi – fanno sapere dall’azienda ospedaliera – una valutazione del percorso clinico-assistenziale e dalle prime ricostruzioni risulta che sono state messe in atto tutte le procedure previste in questi casi dalle linee guida accreditate dalla comunità scientifica. L’autorità giudiziaria ha disposto il sequestro della cartella clinica e l’esecuzione dell’autopsia, dopo che i sanitari avevano già programmato l’esecuzione di riscontro diagnostico per l’accertamento delle cause del decesso”. La direzione dell’Ausl di Guastalla ha espresso la sua vicinanza alla famiglia per la gravissima perdita subìta ed ha dato la sua totale disponibilità a collaborare con gli inquirenti.

Maria Rosa Tamborrino