Imola: morta la giraffa scappata dal circo Orfei

Scappata la giraffa dal Circo Rinaldo Orfei – Una giraffa del Circo Rinaldo Orfei è riuscita a scappare questa mattina all’incirca verso le 8.30 dalla zona sud di Imola, nei pressi dell’Autodromo, dove la carovana del circo aveva sostato. Con la sua cavalcata era riuscita ad attraversare alcune vie del centro storico della città, girovagando impaurita tra i vicoli e le case. L’animale, un cucciolo maschio della specie ‘camellopardalis’, è fuggito dal circo Rinaldo Orfei dislocato sul lungofiume del Santerno e si è lanciato per le strade imolesi seminando il panico fra i cittadini increduli, provocando anche danni ad alcune vetture con i colpi dei suoi zoccoli.

La cattura dell’animale – Per catturare l’imponente mammifero, alto quasi 5 metri e del peso di 920 kg, sono state immediatamente allertate le forze dell’ordine locali che sono riuscite a circondare la giraffa, facendola convergere nel recinto dello stabilimento della Coop Cefla lungo la via Selice che porta al casello dell’A14. Una volta che l’animale è stato preso in trappola, un agente della Polizia Provinciale è riuscito a colpire la giraffa con un paio di siringhe di anestetico con l’impiego del fucile a narcotico; una volta addormentato, il mammifero è stato poi riportato al circo Rinaldo Orfei.

La morte improvvisa della giraffa – Dopo essere ritornato nella sua gabbia, al Circo Rinaldo Orfei, l’animale si è risvegliato intorno alle 15. La giraffa si è rimessa in piedi e sembrava apparentemente in salute. Solo pochi istanti dopo, invece, la tragica notizia: la giraffa è caduta a terra, morta a causa di un arresto cardiaco. Ancora incerte le cause che hanno condotto l’animale alla morte. Secondo i primi referti del veterinario del Circo Rinaldo Orfei, Giovanni Gaudenzi, il cuore della giraffa potrebbe essersi fermato per un insieme di stress e di paura per essersi trovato in un ambiente avverso, oltre, naturalmente, alla somministrazione di un sonnifero molto forte.

Maria Rosa Tamborrino