Tempi duri per mamma Rai e Fabrizio Frizzi

Nella guerra dei dati Auditel il prime time della Rai sembra scricchiolare già parecchio. A farne soprattutto le spese è però Fabrizio Frizzi che subisce così le ire dei vertici Rai anche se la colpa andrebbe distribuita su vari protagonisti. Non è passata inosservata la prima debacle di Carlo Conti con Tale e Quale Show contro I Cesaroni 5, ma data la forte contro programmazione di Canale 5 sono in molti ad aver pensato che la sfida fosse ardua. Conti, almeno per ora, si è però salvato visto che, ieri sera, ha pareggiato battendo gli avversari e rimandano i giudizi alla prossima puntata. Peggio è andata, invece, su Rai 3 a Pippo Baudo che, con Il Viaggio, lunedì vedrà la luce delle telecamere accendersi per l’ultima volta dopo il flop. Vogliamo poi parlare di Emanuele Filiberto e di Pechino Express? Anche il nuovo reality di Rai 2 pare non aver convinto troppo il pubblico.

Per tutta la vita. Come dicevamo, però, Frizzi è quello che, nonostante i nomi sopracitati, pare rimetterci di più tanto da essersi meritato di cadere nell’occhio del ciclone e di essere protagonista di critiche e litigi. I 2.598.000 di telespettatori ed uno share del 10.4% di mercoledì scorso non sono bastati. Risultato troppo scarso per una prima serata? Mauro Mazza e Giancarlo Leone paiono aver avuto idee contrastanti in merito, ma nonostante tutto sembra proprio che la trasmissione andrà in onda soltanto per un’altra puntata. Mentre veniva annunciata la presenza di uno show di riserva, o almeno di programmi in grado di prenderne da subito il posto, accompagnando la notizia con la rivelazione del ritorno di Raffaella Carrà e dell’arrivo di Roberto Benigni, lo stesso conduttore di Per tutta la vita, conduzione che condivide con Natasha Stefanenko, a Libero, ha dichiarato:“Ora non so cosa sia giusto fare” aggiungendo “Vedo commenti velenosi. Sembra che si aspetti la scivolata per tirare fuori il bastone. Io sarò alla mia 350esima prima serata e so bene che ci sono trionfi e scivolate”.

Alessandra Solmi