Torino, gli studenti contro il ministro Profumo

Taglio del nastro per il nuovo polo universitario di Lungo Dora Siena a Torino dove come già annunciato nei giorni scorsi è stato presente il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo contestato da un gruppo di studenti. Circa 70 ragazzi, tra cui esponenti del centro sociale Askatasuna e della Verdi 15, una residenza universitaria occupata, hanno ceracto di entrare all’interno della palazzina che, per le minacce ricevute in vista della visita del ministro, era però completamente transennata. Lo scontro si è sviluppato quindi fuori dal perimetro dell’Università con gli agenti delle forze dell’ordine che hanno respinto i ragazzi con gli scudi per più volte.

Una seconda protesta “silenziosa” si è tenuta all’interno dell’edificio dove un gruppo di studenti seduti in platea si sono alzati ed hanno abbandonato l’incontro al momento dell’ingresso del ministro Profumo. Tra di loro anche un ragazzo rimasto ferito durante gli scontri sempre a Torino nella manifestazione contro il ministro dell’Istruzione: “Dopo quell’episodio- spiega Malanga – Profumo mi aveva telefonato per chiedermi come stavo e mi aveva promesso un incontro, che però non è mai avvenuto”, “Oggi ci siamo alzati perché vogliamo cambiare metodo di protesta di volta in volta. Non ascoltiamo Profumo perché non c’è stato alcun segno di discontiuità col governo precedente”, ha commentato il ragazzo.

I. F.