Milan, Allegri confermato: “Sono sereno, stiamo crescendo”

Massimiliano Allegri è sereno. Nonostante il ko sul campo dell’Udinese, il tecnico toscano è stato confermato sulla panchina del Milan: “Purtroppo ci mancano i risultati, ma stiamo crescendo“, la (magra) consolazione al termine della partita del Friuli. Dopo il brutto pareggio di Champions contro l’Anderlecht, oggi è arrivata la seconda sconfitta consecutiva in campionato: Ranégie al 40′ e un rigore di Di Natale al 68′ hanno affondato i rossoneri, inutile il momentaneo pareggio di El Shaarawy al 54′. Allegri prova a vedere il bicchiere mezzo pieno: “Ho visto segnali di crescita complessivi, credo che quando rientreranno anche gli infortunati andrà meglio. Possiamo competere in Italia e in Europa, ma va dato tempo alla squadra di essere assemblata nel migliore dei modi“.

Appena tre punti – Contro la squadra di Guidolin, il Milan era partito bene, salvo poi ricadere nei soliti errori: “Abbiamo giocato un buon calcio, soprattutto nei primi 20′: poi abbiamo sbagliato un po’ e concesso troppe palle agli avversari – spiega il tecnico rossonero –. Dobbiamo migliorare in certe situazioni, come sui calci da fermo che troppo spesso sono penalizzanti nei nostri confronti: lavoreremo per questo“. Il tempo, però, inizia a stringere, dopo quattro partite il Milan ha appena tre punti. Alla vigilia Allegri aveva chiesto ai suoi di rialzare la testa, ma le cose non sono andate bene: “Purtroppo ci mancano i risultati, anche oggi non siamo riusciti a far punti. Dobbiamo riprenderci in fretta, già a partire da mercoledì, perché tre punti sono davvero troppo pochi per questa squadra“.

Pier Francesco Caracciolo