Capitan: da 6 anni veglia sulla tomba del padrone

Cordoba – C’è una storia bellissima, diffusa tramite il web, che sta commuovendo tutto il mondo. Si tratta della storia di un cane che non è riuscito a lasciare il padrone neanche dopo la sua morte. Miguel Guzman aveva comprato nel 2005 al figlio Damian un bel cucciolo di pastore tedesco da tenere nella sua casa di Villa Carlos Paz a Cordoba e lo chiamarono Capitan. Purtroppo il 24 marzo 2006 Miguel Guzman morì lasciando la famiglia disperata e il cucciolo senza un padrone.

 Vegliava sulla tomba –Nel dramma del momento nessuno nella famiglia si rese conto di che fine avesse fatto Capitan. Il cane era scomparso da giorni per andare alla ricerca del padrone che non trovava più. Era inquieto, sempre all’erta a guardare fuori dalla finestra, annusava ogni angolo della casa, come se stesse attendendo il ritorno di Miguel e infine partì per cercarlo. La moglie di Guzman, quando si accorso dell’assenza di Capitan, pensò che si forse smarrito, che fosse morto o che un’altra famiglia lo avesse adottato. Quando però la donna andò al cimitero, trovò sulla tomba del marito il cucciolo che vegliava sulla lapide del padrone. Il cane si rifiutava di tornare a casa con i resto della famiglia, rimaneva lì, accanto alla tomba di Miguel, come ad aspettare che si svegliasse.

Dopo 6 anni – Da allora, sono passati sei anni e il pastore tedesco è sempre là. Capita qualche volta che di giorno Capitan si conceda qualche passeggiata nei dintorni, ma poi torna sempre a vegliare sulla tomba del padrone. “Ho cercato di portare a casa Capitan diverse volte, ma riesce sempre a tornare al cimitero, credo voglia rimanere lì fino alla morte”, ha dichiarato il figlio di Guzman ai media locali. Ormai del cane se ne occupano i lavoratori del cimitero. Hecor Baccega, il gestore del cimitero ha affermato: “Ha trovato quello che cercava. E da allora, alle 6 di sera in punto, si stende sulla pietra fredda e si addormenta”.

Michela Santini