Cagliari-Roma 0-3, Cellino non ci sta: pronto il ricorso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:36

Massimo Cellino non ci sta. All’indomani della decisione del Giudice Sportivo, che ha assegnato lo 0-3 a tavolino in relazione alla sfida tra Cagliari e Roma non disputata domenica scorsa, il numero uno del club sardo si sta preparando a presentare ricorso. Mattia Grassani, avvocato della società rossoblù, ieri aveva fatto capire che il presidente del Cagliari non aveva alcuna intenzione di arrendersi: “Stiamo studiando le carte – aveva detto il legale –, l’ultima parola per il ricorso spetta al presidente. Abbiamo tre giorni a partire da oggi“. Uno è già passato, la decisione sembra essere presa. Cellino è convinto di non avere alcuna responsabilità sul rinvio della gara: ecco perché il Cagliari si appellerà alla Corte di Giustizia Federale per far valere le proprie ragioni.

La decisione di Tosel – Lo 0-3 a tavolino è arrivato ieri. Giampaolo Tosel ha definito come “provocatoria” l’iniziativa del presidente Cellino di invitare i tifosi ad andare allo stadio nonostante le porte chiuse. Il Giudice Sportivo ha deciso di assegnare i tre punti alla Roma perché tale iniziativa “costituisce una palese violazione di cui all’art. 12, n. 2 CGS, che impone alle Società la rigorosa osservanza delle disposizioni emanate dalle pubbliche autorità in materia di pubblica sicurezza“. In conseguenza del reclamo della Roma, Tosel ha deliberato “di sanzionare la Soc. Cagliari con la perdita della gara con il punteggio di 0-3 (zero a tre), disponendo altresì la trasmissione di copia degli atti al Procuratore federale per quanto di competenza in merito alla condotta del Presidente della Società stessa“.

Pier Francesco Caracciolo

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!