Camorra: figlio del boss spara a rivale d’amore

Spari in strada – È stato fermato dalla polizia del commissariato Vicaria Mercato nelle prime ore di questa mattina, un giovane di 16 anni, figlio di Salvatore Giuliano, ex boss pentito e fratello di Luigi Giuliano, per aver ferito a colpi di arma da fuoco un suo coetaneo. I due erano rivali in amore e si contendevano una ragazzina di poco più di 13 anni. La ragazzina in questione è la cugina di Annalisa Durante, ragazza uccisa nel marzo del 2004 da un proiettile vagante durante una sparatoria tra giovani camorristi, avvenuta a Forcella. La ragazza, all’epoca della tragica e prematura morte, aveva solo 14 anni. Annalisa Durante si è trovata nel posto sbagliato al momento sbagliato ed è diventata un simbolo anti-camorra.

La ricostruzione dell’agguato – L’agguato è accaduto ieri sera, poco dopo le ore 20. Due ragazzi che si trovavano a bordo di una Honda SH sono stati raggiunti da altri due loro coetanei che si trovavano a bordo di un’altra motocicletta. Prima la lite, sfociata poi in una battaglia vera e propria a colpi di pistola che ha visto il ferimento di due giovani, mentre gli altri sono riusciti a scappare. Sul luogo sono intervenuti subito gli uomini del commissariato Montecalvario che erano stati avvertiti da alcuni testimoni oculari che si trovavano sul posto dell’aggressione.

Prognosi di 30 giorno per il ragazzo ferito – Gli uomini della polizia, indagando sul fatto accaduto, hanno scoperto che il ragazzo coinvolto nella sparatoria è R.G., 16enne, rampollo di una nota famiglia camorristica che detiene il potere nella zona di Forcella. Anche il ragazzo ferito è conosciuto alle forze dell’ordine: per lui sono stati diagnosticati una prognosi di 30 giorni con ricovero in ospedale.

Maria Rosa Tamborrino