Fiat, Marchionne-Della Valle: scontro duro a distanza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:48

Ad accendere i motori di una nuova polemica sul futuro della Fiat è stato ancora Diego Della Valle. Intervenuto ieri a un convegno a Milano, il patron della Tod’s è tornato a sparare a zero sul Lingotto, inanellando una serie di epiteti poco lusinghieri all’indirizzo della dirigenza. Tanto quanto basta a far accalorare l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, che a Della Valle ha mandato a dire: “Non rompa più le scatole”.

Della Valle di fuoco – “Questi improvvisati della Fiat ci vogliono raccontare perché non fanno automobili in Italia. Se qualcuno viene dall’estero, tipo la Wolkswagen, farà belle macchine. La crisi esiste per chi non ha nulla da vendere”. Il recente incontro tra la Fiat e il governo non ha convinto affatto l’imprenditore Diego Della Valle della bontà delle intenzioni della casa automobilistica torinese. Anzi, intervenuto ieri all’università Bocconi di Milano, il presidente della Fiorentina ha rinnovato il suo “attacco” ai dirigenti del Lingotto: “Non dobbiamo perdere tempo a sentire dei chiacchieroni che raccontano banalità offensive – ha detto – La Fiat è stata presa con le mani nella marmellata, se ne voleva andare già due anni fa. I loro uffici stampa lavorano più degli uffici di progettazione”.

La risposta piccata di Marchionne – Non basta: Vogliono spiegare a noi imprenditori seri che non si può innovare in tempo di crisi e non si possono fare nuovi prodotti – ha rincarato il presidente della Tod’s –  mentre noi restiamo solo perché innoviamo. Sono cose di una banalità tale che l’indisponenza nasce dal fatto che ci si vuole prendere in giro con argomenti non convincenti”.  Parole di fuoco, che hanno raggiunto l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, che ha partecipato ieri all’Assemblea dell’Unione degli industriali a Torino. “Finché a parlare sono persone che fanno le borse, va bene, io faccio autovetture”, ha replicato piccato il manager italo-canadese. E rivolgendosi alla giornalista che gli aveva chiesto un commento sulle dichiarazioni di Della Valle: Dica al suo amico Della Valle che quanto lui investe in un anno in ricerca e sviluppo – ha affondato Marchionne – noi non ci facciamo neanche una parte del parafango. La smetta di rompere le scatole”. 

Risposte agli operai – Un botta e risposta accesissimo, culminato nella svelta controreplica del presidente della Fiorentina: “Non bisogna dare una risposta a Della Valle – ha spiegato – ma agli operai che si aspettano dei posti di lavoro e al governo con cui Fiat ha preso degli impegni”.

Maria Saporito

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!