Milan, Tassotti: “Dobbiamo lottare. Allegri fra i migliori”

Milan, Tassotti – Veste i panni del primo allenatore e parla al posto di Massimiliano Allegri, squalificato: Mauro Tassotti ha grande esperienza e la fa valere tutta, cercando di stemperare gli animi di un ambiente molto teso. “Mi dispiace che il nostro allenatore venga messo in discussione, sono molto legato ad Allegri. Ritengo Allegri uno dei migliori allenatori che ho avuto al Milan, da quando sono un giocatore. Ritengo che sia tra i primi tre o quattro tecnici che ho avuto in rossonero“: parole di grande ammirazione che rispondono ai detrattori del tecnico livornese. Tassotti poi continua: “Nella carriera di Allegri ci sono state altre partenze false, ma alla fine le cose sono andate bene. Ci auguriamo possa succedere anche quest’anno“. E lo stesso si augurano i tifosi rossoneri.

Tabù – Domani il Milan ha un’altra possibilità, contro una squadra non certo imbattibile come il Cagliari, di sfatare il tabù San Siro, stadio che pare stregato per le milanesi. “Non crediamo che sia un fattore di San Siro il fatto che non ha vinto ancora nessuna squadra di casa. Il campo in questo momento è un campo buono e domani cerchiamo di rompere questo tabù“. Il discorso poi verte su un altro argomento scottante: l’adeguatezza o meno della rosa rossonera. Tassotti replica: “Riteniamo di avere un organico per lottare, poi se continuiamo a giocare questo tipo di calcio è chiaro che non va bene. Dobbiamo crescere e non di poco, ma riteniamo di poter arrivare tra le prime 4-5 posizioni“.

Alberto Ducci