Russia: polizia prende a calci le prostuitute

Russia – Un filmato online su Youtube, che ritrae delle prostitute malmenate da alcuni agenti di polizia russi, ha scatenato polemiche in tutto il mondo. Nel video si vedono delle donne fermate dagli agenti apparentemente per un controllo di routine. Poco dopo però iniziano ad essere prese a schiaffi e calci sul corpo e sul viso e ad essere insultate dalla polizia. Si tratta di una gravissima testimonianza dell’abuso di potere degli agenti russi.

Il video su Youtube – Nel video si vedono le prostitute fermate dalle forze dell’ordine e fatte sedere a terra. Gli agenti costringono le donne a indicare a turno il loro paese di origine e, quando una di loro non risponde per tempo, il poliziotto le da un calcio sul viso. Le brutalità vengono ripetute sulle altre prostitute indifese finché un agente dice alla donne che la loro “carriera di prostitute” è finita.

Una polizia impeccabile – La Russia intera è sconvolta dall’accaduto. Rashid Nurgaliyev, il ministro dell’Interno del Paese, aveva garantito che la nuova polizia ricertificata russa si sarebbe mossa basandosi sui principi di  “onestà, integrità e professionalità”. “Ci sarà una dura selezione e una riassegnazione dei posti. Gli agenti non solo devono superare la visita medica ma anche la visita psicologica” aveva testimoniato il ministro. Le qualità promesse dei signori della legge non sono però state rispettate.

Michela Santini