Siria: Save The Children denuncia torture sui bimbi

Siria, Save The Children – E’ una notizia agghiacciante quella che proviene dalla Siria. Secondo un report di Save The Children, in Siria si verificherebbero atroci torture sui minori. Nel rapporto si legge che i bambini sono sttoposti a “torture raccapriccianti, incarcerazioni e rapimenti“, un quadro sconfortante. Save The Children chiede che queste mostruosità siano meglio documentate dagli organismi dell’Onu. Un bimbo di 16 anni, Wael, racconta di come quasi tutti i bimbi siriani abbiano assistito all’uccisione di un familiare: “Ho visto un bimbo di sei anni. Era quello che torturavano di più. Non gli hanno dato da mangiare e bere per tre giorni. Poi è morto, hanno trattato il cadavere come fosse quello di un cane“.

Inaudita gravità – Nel frattempo gli scontri in Siria continuano, e questa mattina un Gruppo dei Compagni dell’Islam (Tajammu Ansar al Islam) ha rivendicato un attacco nei confronti di una sede dei servizi di sicurezza a Damasco. Durante questa azione sarebbero rimasti uccisi, pare, decine di coscritti ed ufficiali del regime. Un altro attacco è stato comfermato dalle autorità siriane. Tale assalto sarebbe stato portato contro una scuola di Damasco, trasformata in caserma per gli uomini del regime: pare però che non vi siano vittime, solo sette feriti lievi. Testimoni oculari riferiscono che sono stati fatti esplodere due ordigni contro la scuola, più o meno alle 9,45 locali. Nell’edificio, l’ex scuola “Figli dei Martiri”, si trovavano gli uomini delle forze fedeli a Bashar al Assad.

Rosario Amico