Cagliari-Roma, Cellino fa ricorso. E si autosospende dalla presidenza

Massimo Cellino non ci sta. Il numero uno del Cagliari, che poche ore fa si è autosospeso dalla carica di presidente, ha deciso di presentare ricorso contro la decisione del Giudice Sportivo, che ha decretato lo 0-3 a tavolino nel match contro la Roma non disputato domenica scorsa. A darne notizia Mattia Grassani, avvocato della società sarda: “Ho parlato a lungo con il presidente ed è fortemente determinato a difendersi per spiegare che cosa è successo – ha spiegato il legale –. E’ importante chiarire il contesto nel quale sono nate le dichiarazioni della società di sabato pomeriggio. Lo stesso presidente ha annunciato che, proprio per fornire spiegazioni e fare chiarezza, sarà al più presto in Italia“.

L’autosospensione – Ieri sera, attraverso un comunicato sul sito ufficiale del Cagliari, Cellino aveva comunicato la decisione di autosospendersi dalla carica di presidente del club: “La sospensione è stata ritenuta un atto dovuto nei confronti della società, della città, della tifoseria e delle istituzioni sportive, a maggior ragione necessaria al fine di consentire al Presidente di difendersi liberamente in ogni sede competente“, si legge su cagliaricalcio.net. “Il Presidente lascia la carica ricoperta certo di avere sempre operato, in buona fede, nella direzione migliore per la società, la città ed i tifosi nonché nel rispetto delle regole, dichiarandosi in grado di dimostrarlo non appena ne avrà la possibilità“.

Pier Francesco Caracciolo