The voice: Gianni Morandi e Roby Facchinetti?

Nei primi mesi del 2013, aquanto pare, su Rai 2 arriverà The Voice, il nuovo talent show targato Rai con Gianni Morandi e Roby Facchinetti. L’annuncio, forse, andrebbe ancora preso con la dovuta cautela ma le voci si fanno sempre più insistenti tanto che ora, la notizia più accreditata, vede l’approdo del programma, in Italia, e la conseguente cancellazione di reality già annunciati come la super collaudata Isola dei Famosi, programma che non è nelle corde del servizio pubblico e soprattutto che non trova i favori della nuova dirigenza dell’ente e de Il contadino cerca moglie.

Morandi e Mazzi. I ben informati ritengono che il talent, che molto probabilmente andrà a sfidare Amici e la corrazzata di Maria De Filippi, potrebbe riformare la coppia di Sanremo composta da Gianni Morandi e Gianmarco Mazzi, coppia criticata ma di indubbio successo dati i risultati del Festival della canzone italiana. Mazzi e Morandi, però, quali ruoli dovrebbero ricoprire? Per ora pare difficile a dirsi anche se c’è gente che non vorrebbe il cantante bolognese come conduttore vedendolo meglio come insegnante, ma, a conti fatti, è più plausibile che il ragazzo di Monghidoro condurrà il talent grazie alle preziose indicazioni, nelle vesti di direttore artistico, di Mazzi. Dal settimanale Chi arriverebbe poi una ulteriore ghiotta indiscrezione. Roby Facchinetti, storico membro dei Pooh, potrebbe prendere parte al talent nelle veste di giudice pronto a proclamare il suo verdetto affidandosi ad un’analisi delle pure doti vocali ed interpretative e contando sul suo orecchio. Insomma Morandi e Facchinetti si appresterebbero a prendere i ruoli che in America sono coperti da personaggi del calibro di Adam Levine e Christina Aguilera. Va però anche detto che nella memoria delle anticipazioni televisive, però, è rimasto impresso che nella scorsa primavera si era già annunciato l’arrivo del programma in Italia e che fra i giudici capeggiava proprio Facchinetti insieme a Mario Biondi, Giusy Ferreri e Gigi D’Alessio, tanto che viene proprio da chiedersi se, vista la possibile conferma del primo, ritorneranno, fra i papabili, anche questi stessi nomi?

La peculiarità del talent. Cosa differenzia questo nuovo progetto da altri talent quali Amici o XFactor o addirittura dal clamoroso flop dell’anno scorso chiamato Star Accademy? Chi conosce il programma, perché lo ha già visto oltreoceano, afferma con sicurezza che non si tratterà, o quasi, della solita minestra anche perché gli aspiranti cantanti saranno giudicati esclusivamente sulla voce e quindi con i giurati che dovranno godersi l’esibizione dando le spalle al concorrente.

Alessandra Solmi