Como: stangata Imu per George Clooney

Non tocca solo a noi comuni mortali mettere mano al portafogli in questo clima di austerity che ha investito l’Italia da un anno a questa parte: anche George Clooney potrebbe essere colpito dalla scure dell’aliquota massima Imu, in via di valutazione dal comune di Como proprio in questi giorni. Se fosse accolta la proposta del sindaco Roberto Pozzi, verrebbe infatti applicata quella del 10,6 per mille, che, fatti quattro rapidi calcoli, costerebbe al divo hollywoodiano ben 14mila euro.

Secondo il sindaco non c’è alternativa all’applicazione dell’aliquota massima, poiché i tagli applicati dal Governo, hanno notevolmente diminuito le entrate destinate ai Comuni. Ma, se con la vecchia Ici la tenuta di villa Oleandra costava a Clooney “appena” 9.800 euro all’anno, ora con le nuove aliquote Imu l’importo, secondo l’aliquota del 7,6 per mille quindi inferiore alla massima, è arrivato a 10mila e 400 euro, già compresa la riduzione del 50%.

La riduzione è dovuta al fatto che la villa è riconosciuta come bene storico, perciò gode di agevolazioni fiscali. La decisione sull’applicazione dell’aliquota sarà presa nell’ambito della riunione del Consiglio comunale prevista per sabato mattina. Una minima consolazione potrebbe essere che la stangata dell’Imu non risparmia nessuno, vip compresi, subito però spazzata via dalla consapevolezza che non saranno certamente i 4mila euro di differenza a creare gli enormi scompensi nel bilancio familiare del bel George, che molti di noi si trovano invece a dover fronteggiare.

Marta Lock