Inter, Moratti deciso: “Adesso vinciamo a San Siro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:05

Inter, Moratti- Dottor Jekill e mister Hyde: è questo il riassunto dell’andamento in campionato dell’Inter, tanto forte e cinica fuori casa quanto sbadata in difesa e precisa in attacco tra le mura amiche. L’aspetto double face dei nerazzurri è stato confermato in quel di Verona, dove Stramaccioni, modificando il modulo in un 3-5-2, è riuscito ad espugnare 2-0 il campo del Chievo. Prestazione determinata e squadra compatta che è piaciuta molto anche a Massimo Moratti. Il patron interista però ha voglia di gioire anche a San Siro, ribattezzato in queste prime giornate “San Zero”: “Era importante tornare a vincere. La squadra ha saputo soffrire e pungere nel momento migliore. Sono contento per Cassano, ha giocato molto bene, speravo segnasse e alla fine ce l’ha fatta. Tabù San Siro?E’ un dato casuale. Spero che la squadra possa sbloccarsi il prima possibile, già contro la Fiorentina”.

Soddisfazione interista- Anche Antonio Cassano, che ha battezzato la sua 300esima gara in Seria A con il gol, è felice della prestazione: “Sono felice, l’Inter è un un gruppo fantastico, mi trovo finalmente a mio agio, voglio raggiungere qualcosa di importante“. Gli fa eco Stramaccioni, soddisfatto dell’atteggiamento della squadra con il nuovo modulo: “Con la difesa a 3 abbiamo sofferto solo nei premi minuti. Il nuovo modulo ci dà più equilibrio e ci permette di sfruttare al meglio le caratteristiche dei nostri giocatori. A questo punto l’assetto con il trequartista e le due punte può essere solo un’evoluzione per il futuro. Nel secondo tempo abbiamo mostrato grande stabilità, il Chievo ci ha impensierito solo con conclusioni da lontano“.

 

Antonio Pellegrino