Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Renzi-De Magistris: i due sindaci non si piacciono

CONDIVIDI

Tra il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, e quello di Firenze, Matteo Renzi, esistono evidenti differenze. I due amministratori, pur se accomunati da un’intraprendenza fuori dalla norma, non hanno mai fatto mistero della loro reciproca “diffidenza” e anche ieri, in occasione della tappa napoletana del tour elettorale del democratico, hanno serenamente accettato l’idea di non doversi incontrare.

Il benvenuto di De Magistris – “E’ benvenuto nella mia città, ma non ho paura di essere ‘rottamato’ da lui. Renzi non è un mio antagonista: io faccio il sindaco a Napoli, lui a Firenze, lui si candida per le primarie, io no”. A dichiararlo ieri, nel giorno in cui il camper di Matteo Renzi ha fatto tappa nella sua città, è stato il primo cittadino di Napoli, Luigi De Magistris“Apprezzo tutte le persone che ci mettono la faccia – ha aggiunto l’ex pm – anche se Renzi ha molte idee che non condivido per nulla. E’ un innovatore come età anagrafica, ma non come idee”.

Avversari nella stessa coalizione – Una “stilettata” soft a cui il “rottamatore” non ha mancato di dare seguito: “Credo che ci siano profonde differenze tra me e De Magistris – ha constatato Renzi – ma questo non toglie che io gli faccia i migliori auguri. Non lo condivido, ma l’ho sentito venendo qui nella sua città, come è giusto e doveroso che sia”. Una mancanza di sintonia, quella tra i due sindaci, che certifica la difficile co-abitazione dei tanti orientamenti interni al centrosinistra. Dove due politici, come Renzi e De Magistris, appaiono avversari obbedienti al politically correct.

Maria Saporito

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram