Sciopero trasporti indetto per martedì 2 ottobre

Sciopero dei mezzi pubblici – La notizia pare oramai ufficiale: è stato indetto un nuovo sciopero dei trasporti per la giornata di martedì prossimo, 2 ottobre. Lo sciopero nazionale del trasporto pubblico sarà di 24 ore, ed è stato proclamato dai sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti e Faisa-Cisal. La notizia dello sciopero è stata confermata subito dopo il mancato rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL).

Fasce garantite – Lo sciopero dei mezzi pubblici, previsto per la giornata di martedì prossimo, 2 ottobre, avrà valenza 24 ore, ma il servizio minimo verrà comunque garantito per quanti hanno la possibilità di muoversi solo con i mezzi pubblici. Ci saranno, dunque, le cosiddette fasce orarie garantite: in molte città italiane le fasce garantite partiranno dalle 6.00 alle 9.15 (saranno effettuate le corse degli autobus con partenza dai capolinea fino alle ore 08:59), e dalle 11.45 alle 15.15 (saranno effettuate le corse con partenza dai capolinea fino alle ore 14:59). Gli autobus in partenza dal capolinea alle ore 09:00 e alle ore 15:00 rientreranno direttamente ai depositi di appartenenza.

Lo sciopero nella Capitale – Per quanto riguarda la città capitolina, hanno aderito allo sciopero del 2 ottobre, e resteranno dunque fermi Atac, Contral e Roma Tpl. Stop dunque di metro, autobus e treni. Fermi anche pullman extraurbani. Bloccate anche le linee ferroviarie Roma-Lido, Termini–Giardinetti, Roma-Civitacastellana-Viterbo. I pendolari della Capitale potranno usufruire di queste fasce orarie garantite, in cui lo sciopero si fermerà per permettere a quanti ogni giorno si muovono con gli autobus dii spostarsi in città. Questi gli orari dello sciopero a Roma: dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio.

Maria Rosa Tamborrino