Parah boccia Nicole Minetti come testimonial: “Troppi insulti”

Mai più sfilate con Parah per Nicole Minetti. Gregorio Piazzalunga, presidente della Parah ha in questi giorni rilasciato un’intervista alla Zanzara di Radio 24 per annunciare di non voler più Nicole Minetti come testimonial del brand. A motivare la decisione del noto marchio di costumi da bagno sono gli insulti ricevuti sul web, compresi quelli che Gregorio Piazzalunga ha trovati impressi sulle mura della sua abitazione. “Non riesco più a guardare la nostra pagina Facebook per gli insulti che hanno scritto: vergogna, fate schifo, dovete fallire“-ha raccontato Piazzalunga, sdegnato dalla reazione della gente ad una semplice sfilata di moda.

Parah, grazie a Nicole Minetti, ha potuto vantare una grande pubblicità alla collezione lanciata a Milano, ma allo stesso tempo la sua immagine è stata molto danneggiata dalla scelta della testimonial, tanto da voler “scaricare” la Minetti in cambio di qualche altra normalissima modella. “Non mi pento, ma basta”-ha dichiarato Piazzalunga- “Comunque non sceglierò più ragazze chiacchierate ma solo modelle”. Riguardo poi il cachet percepito da Nicole, i rumors sostenevano che si trattasse di circa 100mila euro; la folle cifra è stata subito smentita dal presidente della Parah, sostenendo che il budget per la passerella alla Milano Fashion week si aggirava intorno a “soltanto” 5mila euro…

R. C.