Allievo trucca i voti online, ora azienda lo vuole assumere

Vicenza, piccolo hacker – Fatto cuorioso, singolare quello che ci giunge oggi da Vicenza. Un giovane allievo indiano dell’Istisvem di Valdagno, pur commettendo una grave irregolarità, potrebbe eessersi garantito un posto di lavoro per il futuro in un’azienda di Thiene che lo vorrebbe assumere. Il giovane si è macchiato di aver modificato online i voti di scuola suoi e di alcuni compagni: abile col computer, il ragazzo è stato denunciato dai carabinieri per aver craccato con un programma di sua creazione il database della scuola. Lo attendono certamente delle grane nell’immediato, ma il giovane potrebbe essersi garantito con questa mossa (e con le spiccate qualità che possiede nell’informatica) un lavoro sicuro.

Operazione malandrina – La Ceremit di Thiene, un’azienda di ingegneria, avrebbe adocchiato lo studente per le sua capacità informatiche. E’ quanto riporta il Corriere del Veneto che aggiunge che un avvocato è stato già contattato dall’azienda per sostenere il discolo alunno durante le prossime grane legali: “Non discuto il reato, spetta alla magistratura accertare. Ma quel ragazzo sembra essere veramente in gamba, e dobbiamo dargli una possibilità. Molti dei consulenti delle aziende americane sono stati prima degli hacker“, dice uno dei dirigenti della Ceremit. Ecco un caso in cui essere un allievo non esattamente disciplinato può procurare ugualmente delle soddisfazioni ed un lavoro sicuro per il futuro.

Rosario Amico