Apple si scusa: “Mappe rivali migliori delle nostre”

Apple, iPhone 5 – La Apple che non ti aspetti. Tim Cook, amministratore delegato di Apple parla a nome dell’azienda e, facendo un clamoroso “mea culpa”, afferma: “alla Apple ci sforziamo di fornire prodotti di livello mondiale che diano la migliore soddisfazione ai nostri clienti, con il lancio di App Maps la scorsa settimana non ci siamo riusciti“. Cook si e’ scusato per la “frustrazione” arrecata ai clienti e ha assicurato che “si sta facendo il possibile per migliorare Maps”. Ma, al momento, lo stesso Cook suggerisce di utilizzare sistemi di navigazione rivali, ritenendoli più affidabili e precisi. Una mossa quasi a sorpresa ma che svela un volto non ancora conosciuto del clan di Cupertino: anche Apple è fallibile.

Mappe più affidabili – Tim Cook precisa che con l’utilizzo sempre di un maggior numero di utenti, la nuove mappe fornite nel nuovo sistema operativo potranno migliorare la propria fruibilità. “Piu’ i nostri clienti utilizzeranno Maps e piu’ migliorera’ e mentre migliorate Maps potete provare alternative come scaricare mappe dall’App Store come Bing, MapQuest e Waze, o usare le mappe di Google e Nokia andando sui loro siti e creandovi un’icona sul desktop che riporti all’App online di riferimento“. Le mappe e quindi le funzionalità di navigazione sono uno dei settori più redditizi per il mondo della telefonia, ecco perchè il “fallo” di Apple potrà risultare grave se non si rimedierà in tempo. Intanto Apple ha mantenuto Google Maps nel proprio iPhone, stringendo un accordo con Tom Tom per il sistema di navigazione.

Rosario Amico