Clini: Nessun ponte sullo stretto di Messina

Secondo quanto riferito oggi dal portavoce del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, la possibilità di riaprire le procedure atte a proseguire il progetto di costruzione del ponte sullo stretto di Messina, unendo così la Sicilia allo Stivale, “non esiste”:  “il governo vuole chiudere il prima possibile le procedure aperte anni fa  dai precedenti governi – ha detto Giliberto – e per farlo deve seguire l’iter di legge”. Cadrebbe così definitivamente la possibilità di vedere realizzata una delle “grandi opere” sponsorizzate ed avviate dal governo Berlusconi (già nel 2008).

A far balzare agli onori delle cronache il caso, un articolo apparso oggi su Repubblica, nel quale veniva ipotizzata la rimessa “pericolosamente in moto” del meccanismo, pur segnalando l’immediato “definanziamento” del progetto operato dal Governo Monti  una volta subentrato la potere. Dopo l’anticipazione del quotidiano di Scalfari, dalla politica si era levato un coro quasi unanime di critiche, dal Pd all’Idv ai Verdi, definendo chi “opera inutile” il ponte, chi “folle”“un errore” riaprire il progetto. Più dura di tutti Fli, che con le parole di Fabio Granata ha definito l’ipotesi (ora smentita dal ministro dell’Ambiente) “un insulto agli italiani”.

A.S.