Zeman amareggiato: “Questa non è la mia Roma”


È uno Zdenek Zeman giustamente amareggiato quello che si presenta ai microfoni nel post partita di Juventus-Roma. Alla domanda se le sue idee di calcio sono superate, il boemo ha risposto: “Quando vedo giocare con le mie idee allora posso dire se sono superate o no… Ho visto poco di quello che proviamo durante la settimana. Le mie squadre non giocano così. Forse ci ha intimorito la Juve. E prendere tre gol in sette minuti di sicuro non ci ha aiutato. Questa partita ci deve insegnare tanto. Dobbiamo renderci conto che abbiamo fatto troppo poco. Se fai giocare la Juventus ti ammazza e noi eravamo troppo molli sui contrasti, oltre ad aver corso poco e male”.

Risposta a Cobolli Gigli – In settimana, l’ex presidente della Juventus Cobolli Gigli aveva attaccato Zeman dandogli del “vecchio”: “Alla sua età si sta in pensione” aveva detto. La risposta dell’allenatore della Roma non si è fatta attendere: “Ha detto che sono vecchio per allenare e che devo ritirarmi? C’è gente come il Papa o il Presidente della Repubblica che hanno più anni di me e fanno bene il loro lavoro”. A Zeman sono stati rivolti dei cori offensivi da parte dei tifosi più caldi dello Juventus Stadium. Il tecnico giallorosso risponde anche in questo caso con l’ironia che lo contraddistingue: “Non ho sentito alcun coro nei miei confronti, forse l’acustica dello stadio non li ha fatti arrivare alle mie orecchie”. Nonostante l’età, è sempre il solito Zeman…

Miro Santoro