Sciopero dei trasporti pubblici nelle maggiori città italiane

Sciopero mezzi pubblici – E’ stato indetto per domani 2 ottobre uno sciopero dei mezzi pubblici nelle maggiori città italiane. Bus, tram e metro si fermeranno per 24 ore nelle città di Roma, Milano, Napoli, Torino, Genova, Bologna, Bari e Palermo garantendo però i servizi minimi ai cittadini. Lo sciopero è stato indetto dai sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl,Uiltrasporti, Ugltrasporti e Faisa-Cisal. A Roma il servizio verrà garantito fino alle 8.30 del mattino, quindi riprenderà alle 17,30 fino alle 20, ma sarà potenziato il servizio taxi. “In occasione dello sciopero che interesserà i lavoratori del trasporto pubblico, nella giornata di domani i varchi delle Ztl diurne non saranno attivi. L’accesso sarà dunque libero, in modo da agevolare gli spostamenti in città e limitare il più possibile i disagi. È stato inoltre predisposto un rafforzamento del servizio taxi nella fascia oraria 7.30-17.30“, fa sapere Antonello Aurigemma, assessore alla mobilità di Roma.

Le altre città – A Milano modalità analoghe ma con orari leggermete diversi: si sciopererà dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 fino al termine del servizio. A Napoli situazione ancora differenti: si incroceranno le braccia dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 fino a fine servizio. Più complicato invece la situazione a Torino, dove lo scioperò si protrarrà dalle 9 alle 12 e dalle 15 fino a fine servizio. Concludiamo questa breve carrellata sulle maggiori città interessate dallo ciopero con Palermo: nel capoluogo siciliano lo sciopero è previsto nella fascia oraria che va dalle 8,30 alle 17,30.

Rosario Amico