Probabili formazioni Juventus-Shakhtar: Matri o Giovinco?

Probabili formazioni Juventus-Shakhtar Donetsk – Matri o Giovinco? E’ questo l’unico dubbio di formazione di Conte, che questa sera ospita lo Shakhtar Donetsk nel secondo impegno di Champions League. Dopo l’ottimo punto conquistato in casa del Chelsea, la Juventus ha bisogno di fare bottino pieno: “La prima in Champions nel nuovo stadio sarà una grande emozione per tutti – ha spiegato Chiellini alla vigilia –. Forse è la partita più importante del girone, contro una squadra molto forte e molto sottovalutata“. Massima attenzione, dunque, anche perché gli ucraini sono partiti bene, piegando il Nordsjaelland nella gara d’esordio: “E’ una squadra molto tecnica, fatta di tanti brasiliani, bravi con la palla e nelle ripartenze – ha avvertito Carrera : dovremo fare una partita da Juve“. Fischio d’inizio questa sera alle ore 20.45, arbitro Bas Nijhuis (Ola). Diretta tv su Sky Sport 1, Sky Calcio 1 e Premium Calcio.

Juventus – Per 10/11 la formazione è fatta. Conte ripartirà dagli undici base: rispetto alla travolgente vittoria sulla Roma, dunque, cambieranno gli esterni di centrocampo: fuori Caceres e De Ceglie, Lichtsteiner agirà sulla corsia di destra con Asamoah dalla parte opposta. L’unico dubbio è in attacco: chi giocherà al fianco dell’intoccabile Vucinic? Il ballottaggio sembra essere tra Matri (favorito) e Giovinco, ma non va scartata l’ipotesi Quagliarella, decisivo due settimane fa a Stamford Bridge. Questa la probabile formazione (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Matri, Vucinic. A disposizione: Storari, Lucio, Marrone, Isla, Giaccherini, Giovinco, Quagliarella. All: Conte. In panchina: Carrera. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Pepe.

Shakhtar Donetsk – Non dovrebbero esserci novità rispetto alla vittoria di quindici giorni fa con il Nordsjaelland. Lucescu ripartirà dal solito modulo, il 4-2-3-1, con il pericolosissimo Mkhitaryan (sua la doppietta decisiva contro i danesi) alle spalle dell’unica punta Luiz Adriano: “La Juve è una delle squadre più forti d’Europa e, dopo il pareggio di Londra, è la favorita del girone – ha ammonito l’ex tecnico dell’Inter –: ci vorrà attenzione e concentrazione“. Questa la probabile formazione (4-2-3-1): Pyatov; Srna, Kucher, Rakitskiy, Rat; Hubschman, Fernandinho; Ilsinho, Mkhitaryan, Willian, Luiz Adriano. A disposizione: Kanibolotskiy, Kryvtsov, Stepanenko, Douglas Costa, Alex Teixeira, Eduardo, Devic. All: Lucescu. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Chygrynskiy.

Pier Francesco Caracciolo