Emilia: la terra trema ancora nel piacentino

Emilia: la terra trema ancora nel piacentino – Un terremoto di magnitudo 4.5 è stato registrato oggi alle 16,41 nella Valle del Trebbia, a sud di Piacenza, a una profondità di 32,2 chilometri. A renderlo noto è l’Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia. La scossa è stata avvertita anche a Bologna, Milano e Gonova. Venti minuti dopo, una nuova e più lieve scossa, questa volta di magnitudo 2.3 seguita da una 2.2 e una 2.0, hanno colpito la stessa area.

In mattinata scossa di magnitudo 3.9 nel Cuneese – Il Centro Funzionale Regionale di Arpa Piemonte ha registrato questa mattina un terremoto di magnitudo locale 3.9. La scossa, che ha preceduto di poche ore quelle che si sarebbero poi avvertite nel piacentino, si è verificata alle 11,20, in prossimità delle Alpi Cozie in Val Varaita. I comuni maggiormente prossimi all’epicentro sono stati quelli di Sampeyre, Frassino e Melle in provincia di Cuneo. L’ipocentro è stato stimato a una profondità inferiore a 10 km. Non sono stati rilevati danni a persone o cose, nonostante la scossa sia stata avvertita in maniera generalizzata anche dalla popolazione residente nella pianura del Saluzzese e Pinerolese. Terremoto avvertito anche a Torino. “La scossa – ha dichiarato il Governatore del Piemonte Roberto Cotaè stata distintamente percepita in molte zone del cuneese,ma al momento non c’è notizia di danni a cose o persone”.