Genova: società di consulenza intascava l’Ici, 5 arresti

La società di consulenza Tributi Italia spa, delegata da 400 Comuni italianiriscuotere le tasse locali, Ici e Tosap, avrebbe sottratto le cifre incassate per un valore di 100 milioni di euro: 5 gli arresti. La società, con sede legale a Roma, attraverso una serie di artifici contabili e false fatturazioni, tratteneva le cifre incassate versandole sui conti di società tutte riconducibili a Giuseppe Saggese, amministratore della società.

In questo modo la Tributi Italia è riuscita a sottrarre almeno 20 milioni di euro, senza considerare poi i compensi che la società incassava per le sue consulenze: 2 milioni di euro in uno solo dei casi presi in esame. Gli uomini della guardia di Finanza di Genova hanno arrestato per peculato e reati fiscali, 5 persone e sequestrato beni e denaro per 9 milioni. Le perquisizioni sono state effettuate tra Rapallo, Recco, Cogorno, Genova, Roma e Borgonovo del Tidone, provincia di Piacenza.

Gli arresti sono stati disposti dal gip di Chiavari a seguito delle perquisizioni, mentre altre quattro persone sono state denunciate a piede libero. Tra gli arrestati figura appunto l’amministratore della società, Giuseppe Saggese, accusato di peculato, dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, omesso versamento di ritenute certificate e omesso versamento Iva. Il dirigente avrebbe sottratto personalmente 20 milioni di euro: a suo carico anche il sequestro di beni per l’equivalente di nove milioni.

Marta Lock