Juventus, Agnelli: “Biglietti? Non così cari”

Juventus, caro biglietti – Il pareggio per 1-1 contro lo Shakhtar, oltre ad aver mostrato una Juventus decisamente diversa rispetto a quella a cui siamo abituati, ha portato con sè anche alcune polemiche riguardanti il prezzo dei biglietti per accedere allo Juventus Stadium: 40 euro era il minimo e permetteva di avere un posto nelle curve nord e sud; partendo da 75 e arrivando a 110 euro si aveva un posto nei settori migliori. Prezzi che, obbiettivamente, sono decisamente alti, soprattutto per quanto riguarda i posti più economici. Tutto ciò ha fatto sì che lo stadio fosse tutt’altro che esaurito e che si aprisse un dibattito.

Agnelli – A parlare della questione è stato il presidente bianconero, Andrea Agnelli: “Cerchiamo di fare un passo indietro: la gara con lo Shakthar giocata nel vecchio stadio avrebbe fatto diecimila spettatori – riporta TMWNoi abbiamo cercato di fare il meglio; due anni fa dicevo di non essere soddisfatto, senza mai rimproverarmi però di non aver dato il massimo”. Di fatto però lo stadio ha contato moltissimi posti vuoti, fenomeno che Agnelli commenta così: “C’è chi sostiene che sia per il caro prezzi, chi per le bandiere: le motivazioni sono tante e molteplici. I prezzi dei biglietti? Erano cari ma non come in altre gare di cartello, non la consideravamo di prima fascia“. C’è da aspettarsi quindi che, quando la Juventus ospiterà ad esempio il Chelsea, i prezzi siano ancora più alti. Chissà cosa ne pensano i tifosi juventini.

Alberto Ducci