Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Di Pietro: Spero che il Pd torni sui suoi passi

CONDIVIDI

A sentire il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, la speranza che il suo partito torni a dialogare con quello di Pier Luigi Bersani non sarebbe del tutto tramontata. Ospite ieri dalla trasmissione Otto e mezzo (su La7), l’ex togato ha auspicato un “ritorno” dei democratici alla piattaforma programmatica comune, rimarcando l’intenzione di puntare su legalità e solidarietà. E sulle cose da fare per fronteggiare la crisi economica nazionale: “Bisogna abbassare le tasse e farle pagare a tutti”, ha detto Di Pietro.

Mano tesa al Pd – “Il Partito Democratico deve risolvere al suo interno qual è il programma da portare avanti. La riforma dell’articolo 18 fatta della Fornero è illegittima, metà del Pd la pensa come noi, l’altra metà la pensa come Monti”. Ad unirsi al coro di quanti sostengono che nello schieramento di Pier Luigi Bersani si siano profilate correnti troppo distanti tra loro è stato ieri anche Antonio Di Pietro. Il leader dell’Idv ha però confermato la volontà di “ricucire” con gli ex alleati: “Noi rilanciamo una coalizione di programma progressista che punta su legalità e solidarietà – ha spiegato l’ex pm – Spero che il Pd possa ritornare sui suoi passi”.

L’intervento sulle tasse – Quanto alla legge elettorale su cui i partiti faticano a convergere: “L’errore è insistere su una legge che favorisca i partiti all’interno del Parlamento – ha scandito Di Pietro – Quella che dovremmo fare è quella che permette ai cittadini di scegliere chi governerà, con quale programma e con chi”. E invitato dall’intervistatrice a indicare la prima misura che metterebbe in campo per fronteggiare la crisi interna: “Taglierei le tasse e contestualmente le farei pagare a tutti”, ha risposto il leader dell’Idv.

Imu da abolire – “Bisogna combattere l’evasione fiscale e rendere conveniente essere onesti – ha rimarcato l’ex togato – L’anomalia nel nostro Paese, che non permette questo, è la mancanza di legalità. Qui si premia chi corrompe di più”. “Anziché far pagare l’Imu sulla prima casa – ha aggiunto Di Pietro riferendosi alle cose che vorrebbe fare – farei pagare una tassazione sui grandi patrimoni e sulle transazioni bancarie speculative”.

Maria Saporito 

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram