Monti: “Potrei ridurre le tasse prima di fine legislatura”

Mario Monti potrebbe tagliare le tasse – Il premier italiano, Mario Monti, per la prima volta da quando è salito sulla poltrona da presidente del Consiglio ha ipotizzato un percorso di riduzione del carico fiscale, da mettere in atto entro la fine della legislatura, quindi entro il 2013. “Entro la fine della legislatura non escludo che si possa individuare un percorso, anche soltanto per una prima tappa, di riduzione del carico fiscale”. Questa dichiarazione del prof. Monti aprirebbe uno spiraglio di speranza a tutti coloro che non riescono ad arrivare a fine mese a causa delle imposizioni fiscali che sono diventate la vera mannaia sulla testa degli italiani.

Riavvicinare i cittadini e la politica – L’intervento del premier Monti alla riunione dell’intergruppo parlamentare sull’agenda urbana, potrebbe rappresentare un primo passo verso la crescita del Paese e una boccata d’aria per tanti italiani finora costretti ad un’apnea causata dalla crisi economica. Quello che ha auspicato il presidente del Consiglio è un riavvicinamento dei cittadini alla politica: “Un migliore raccordo tra cittadini e politica, e viceversa, è lo sforzo principale cui dobbiamo attendere”.

Una speranza per il futuro – Solo pochi mesi fa un’affermazione come quella fatta oggi dal premier Monti, non ce la saremmo di certo aspettata. Certo, le sue dichiarazioni rimangono pur sempre prudenti e, per ora, solo ipotizzate, ma se si pensa che Mario Monti ad agosto scorso aveva affermato che “il carico fiscale sulle persone fisiche e sulle imprese in Italia è senz’altro eccessivo, e un fisco meno gravoso è una sacrosanta esigenza per i contribuenti onesti – aggiungendo poi che – in questo momento però l’attenzione per il riequilibrio non può essere allentata”, di certo le sue parole di oggi possono alimentare grandi speranze per un futuro con meno tasse.

Maria Rosa Tamborrino