Psg, Ancelotti deluso: “Passaggio a vuoto con il Porto”

Psg, Ancelotti- Si aspettava un epilogo diverso della sfida contro il Porto Carlo Ancelotti. L’ex allenatore del Milan, infatti, ha centrato la prima sconfitta stagionale in casa dei lusitani, nel secondo turno dei gironi di Champions League. Dopo aver sfiorato il gol con una magia di Ibrahimovic, i parigini hanno subito il gioco dei padroni di casa incassando, all’84’, la rete decisiva di Rodriguez. L’allenatore dei francesi, ai microfoni di Sportmediaset, non ha nascosto il suo rammarico: “E’ un passaggio a vuoto, ma rientra nella logica, in un momento come questo in cui stiamo costruendo una squadra. Abbiamo fatto bene per tutto il mese di settembre, questo era l’impegno più difficile, ma ad ogni modo abbiamo avuto anche noi le nostre possibilità di fare goal. Nel primo tempo abbiamo retto, anche se abbiamo sofferto un po’ soprattutto per mancanza di esperienza, ma questi sono passaggi normali nella costruzione di una squadra, non credo sia un problema“.

Caso Lavezzi- La sconfitta rimediata contro il Porto potrebbe portare strascichi polemici in casa Psg. Non per il risultato, ma per la questione legata alla sostituzione di Lavezzi. Il Pocho è entrato nel secondo tempo al posto di Menez, ma dopo soli 7 minuti è stato sostituito da Pastore per un presunto infortunio. L’ex calciatore del Napoli, tornato in panchina, ha sfogato la sua rabbia scalciando ripetutamente una borsa presente sulla panchina parigina. Ancelotti, tuttavia, ha sminuito l’episodio: “Lavezzi ha avuto un problema e purtroppo non ha potuto continuare a giocare“. Spiegazione che, tuttavia, lascia dei dubbi sia per la reazione dell’argentino che per il mancato saluto tra i due al momento della sostituzione.

 

Antonio Pellegrino