Usa, successo Obama: Disoccupazione in calo

Negli Stati Uniti creati 114mila posti di lavoro: un dato migliore delle attese con un tasso di disoccupazione che scende dall’8,1 al 7,8% in un mese. Il presidente Barack Obama ha commentato soddisfatto dell’obiettivo raggiunto: “Oggi molti più americani hanno un posto di lavoro”, sottolineando che “è il livello più basso da quando è iniziato il mio mandato”. A dare la notizia il consigliere economico della Casa Bianca che ha dichiarato: “Anche se rimane ancora lavoro da fare, i dati di oggi sulla disoccupazione forniscono un’ulteriore prova del fatto che l’economia americana sta continuando a sanarsi dalle ferite riportate durante la peggiore crisi dai tempi della Grande Depressione”.

Non della stessa opinione, ovviamente, lo sfidante repubblicano per la corsa alla Casa Bianca, Mitt Romney che ha commentato: “I dati sul mercato del lavoro non sono quelli di una vera ripresa economica”. Attivo sostenitore della campagna elettorale di Romney, l’ex numero uno di General Electric Jack Welck accusa il Presidente degli Stati Uniti di aver manipolato i dati sulla disoccupazione: “gli ultimi dati sulla disoccupazione sono manipolati, sono stati cucinati e distorti dall’amministrazione Obama”.

I. F.