Fini: Sui tagli alla politica si può fare di più

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:57

Il presidente della Camera Gianfranco Fini, intervistato su Repubblica Tv tocca i temi pi caldi della politica italiana: i tagli alla politica, la legge elettorale, il divorzio con Berlusconi, gli scandali dei partiti e le liste pulite.

Tagli alla politica“Il bilancio della Camera – ha detto Fini – prevede un taglio netto di 50 milioni ogni anno per i prossimi tre anni, e sono stati aboliti i vitalizi. Speriamo che nella prossima legislatura si possa fare qualcosa per ridurre ulteriormente queste spese”. Aggiungendo: “Uno dei problemi della politica è individuare un modo di selezione della classe dirigente. Questa è questione non solo italiana”.

Liste pulite“Sarebbe bello se le forze politiche firmassero un patto davanti agli italiani”, ha continuato il presidente della Camera parlando della necessità di mettere regole ferree sui candidati e proponendo che “tutti quelli rinviati a giudizio per reati connessi alla mafia e alla camorra” stiano “fermi un giro, non si candidano”.

Il divorzio con Berlusconi – Fini netto e deciso commenta l’addio ormai consolidato all’alleanza con Berlusconi: “Con Berlusconi ho tentato di dar vita ad un centrodestra italiano con un respiro di tipo europeo. Ho posto questioni relative alla democrazia interna del partito, al cedimento alla Lega e alla questione morale che cominciava a trasparire. Sono stato messo alla porta. Per questo ho deciso di continuare un impegno politico per un altro centrodestra che abbia un’idea diversa dell’Italia”. Poi sulla legge elettorale ha detto: “La riforma della elettorale si deve fare. Se la politica perde anche questa occasione certifica il suo fallimento.”

I. F.