Orlando Cruz, primo pugile a dichiararsi gay

“Sono sempre stato e continuerò a essere un omosessuale orgoglioso”, sono le parole di Orlando Cruz, pugile portoricano,  deciso a rompere qualche tabù sull’omosessualità. In un lungo comunicato stampa lo sportivo, numero quattro della classifica Wbo, ha fatto coming out, dichiarando le sue preferenze sessuali: “Combatto da più di ventiquattro anni e, mentre la mia carriera è ancora in ascesa, voglio essere onesto con me stesso”, e ancora, “non voglio nascondere la mia identità: voglio che le persone mi vedano per quello che sono”.

“Voglio provare ad essere il modello migliore per i ragazzi che pensano al pugilato e ad una carriera professionistica non voglio nascondere nulla della mia identità. Voglio che la gente veda come sono. Sono un atleta che dà sempre il massimo sul ring, voglio che la gente guardi le mie qualità di pugile. Ma voglio anche che i ragazzi sappiano che tutto è possibile: ciò che sei o quello che ami non dovrebbe essere un ostacolo se cerchi di raggiungere un obiettivo”, continua Cruz nel comunicato. La dichiarazione del pugile ha trovato il consenso dei suoi fan che si sono complimentati per aver smentito lo stereotipo secondo il quale i gay non praticano sport.

I. F.