Bergamo: auto senza conducente uccide pedone

Uomo investito da auto senza conducente – È stata una vera e propria tragedia quella che ha avuto luogo a Villa d’Adda, in provincia di Bergamo. Una Bmw 3.20 station wagon, parcheggiata in una strada in discesa senza che il conducente avesse inserito il freno a mano, ha travolto ed ucciso un uomo di 82 anni. La vittima, Alberto Pressiani, è rimasto schiacciato dall’autovettura che viaggiava senza conducente.

La ricostruzione dell’incidente – La polizia stradale ha ricostruito con precisione la dinamica dell’incidente: la Bmw è stata parcheggiata su una strada in pendenza senza che il freno a mano fosse inserito. All’interno dell’autovettura si trovava il figlio del conducente che aveva abbandonato il veicolo per un breve lasso di tempo, quello necessario all’auto di muoversi improvvisamente, in discesa, attraversando la strada provinciale Brivio-Carvico, raggiungendo via Frigerio. Proprio in quel momento uscendo da un minimarket e dando le spalle alla discesa, veniva investito Alberto Pressiani, pensionato di 82 anni, che non si è accorto di nulla. L’uomo è stato schiacciato contro la fiancata di un’altra autovettura parcheggiata, un Suv.

L’uomo è morto sul colpo – A nulla sono serviti i primi soccorsi e l’arrivo dei sanitari del 118. L’uomo è morto sul colpo. L’incidente è accaduto in pieno centro, all’incirca verso le ore 10.15. Una folla di curiosi ha assistito alla scena ed ha cercato di prestare soccorso alla vittima, radunandosi attorno al luogo dell’incidente. Gli inquirenti, nella ricostruzione, devono ancora capire se il freno a mano non era stato innestato correttamente o se il bambino che si trovava da solo nell’autovettura lo ha inavvertitamente sganciato.

Maria Rosa Tamborrino