Pomeriggio Cinque: Carlo Taormina difende Franco Fiorito

A Pomeriggio Cinque l’avvocato Carlo Taormina ha preso le difese del suo assistito Franco Fiorito, l’ex capogruppo del Pdl coinvolto nello scandalo della regione Lazio che ha portato il suo Presidente, Renata Polverini, alle dimissioni. Nella giornata di ieri, 5 ootobre, durante la trasmissone pomeridiana condotta da Barbara D’Urso su Canale 5, il noto avvocato ha esposto la situazione di Fiorito che, ricordiamo, è in stato d’arresto con l’accusa di peculato. Il motivo? Essersi appropriato, in modo indebito, di un milione e 300 mila euro derivanti dai fondi destinati al gruppo consiliare. Questi soldi sarebbero stati poi spesi da Fiorito per l’acquisto di automobili, soggiorni lussuosi e feste costosissime.

A pomeriggio 5, però, Taormina ci tiene a precisare: “È stato accertato successivamente che l’auto (SUV ndr) sequestrata era stata pagata con i soldi del suo conto corrente e quindi non deve rispondere di questo.” Poca cosa rispetto all’enorme cifra intascata da Fiorito ma l’Avvocato ha anche aggiunto: “Ma c’è un’altra notizia, Franco Fiorito, durante l’interrogatorio, ha denunziato il sistema in tutte le sue articolazioni. Ha ammesso i propri reati, sta collaborando e ha detto di essere colpevole come tutti gli altri. Anzi, se colpevoli sono tutti gli altri per il sistema, è colpevole anche lui“.

Cristina Mania