Secondo noi: secondo album per ViaggioinDuo

Secondo noi, Viaggioinduo, Album. Eccoci al secondo lavoro per la coppia formata dai bravissimi musicisti Mariano Bellopede e Carmine Marigliano, rispettivamente pianista e flautista. Dopo aver, nel primo disco, reinterpretato brani di veri mostri sacri come Gershwin, Piazzolla, Rota e Morricone, si misurano questa volta con composizioni originali. Una prova decisamente difficile, prova assolutamente superata.

Difficile dare una definizione al genere musicale proposto dal duo partenopeo. Se in brani come “Chopin e la luna” ci arrischieremmo nel definirli prettamente classici, spinti dal forte sentimento di cui è letteralmente impregnata la composizione, in altri brani che compongono la track list, come ad esempio in “My empire”, registrato in presa diretta per RadioUno Rai, emerge lo spirito jazzistico del duo. E non finisce qui: non mancano cenni a ritmiche sudamericane e virate perfino verso il pop.

Dieci i brani di questo interessante album firmato, anche a livello autoriale, da Marigliano e Bellopede, salvo “Maracatu”, rilettura e reinterpretazione di una composizione di Egberto Gismondi. Da segnalare in “De mar” l’apporto, con la sua voce sensuale e vibrante, di Lalla Esposito. Un album davvero consigliato. Buon ascolto.

Pier Luigi Balzarini