Piombino: traghetto contro molo. 239 persone a bordo, nessun ferito

Traghetto urta banchina al porto di Piombino – È stata una tragedia sfiorata quella che è capitata nella giornata di ieri a Piombino: un traghetto della Toremar, la nave Oglasa che proveniva da Porto Ferraio all’Isola d’Elba, nel pomeriggio di sabato, ha urtato la banchina del porto di Piombino, in provincia di Livorno, mentre stava svolgendo le consuete manovre di attracco.

Traghetto scontro col parabordo – Il traghetto ha sbattuto violentemente contro la banchina e l’urto ha provocato uno squarcio di oltre mezzo metro sulla fiancata dell’imbarcazione. La nave ha urtato un parabordo della banchina, proprio mentre stava svolgendo le sue manovre di attracco. Nel violento urto la parte metallica del supporto del parabordo ha tranciato la fiancata della nave, provocando uno squarcio lungo circa mezzo metro.

Paura a bordo ma nessun ferito – Il traghetto che è giunto ieri pomeriggio nel porto di Piombino, in provincia di Livorno e che ha sbattuto contro la banchina mentre si apprestava a svolgere le sue manovre di attracco, trasportava 239 a bordo. Tra i passeggeri non ci sarebbe nessun ferito, ma tanta è stata la paura e il terrore quando la nave ha urtato il parabordo. Sul posto sono arrivate subito le unità di soccorso, la capitaneria di porto di Livorno e i vigili del fuoco. Lo sbarco dei passeggeri è avvenuto normalmente, ma la Toremar ha sospeso le corse successive in attesa di sostituire il traghetto.

Maria Rosa Tamborrino