Vendola: “Rottamare il liberalismo di Renzi”

Vendola Vs Renzi – Dopo l’assemblea nazionale del Pd che è terminata solo poche ore fa e che ha sancito la modifica dell’articolo 18 dando così la possibilità a qualsiasi iscritto del partito di candidarsi alle prossime primarie, il leader di Sel Nichi Vendola, che non era presente all’assemblea perché impegnato nella sua campagna elettorale in giro in camper per tutta Italia, ha criticato aspramente il suo diretto sfidante, Matteo Renzi, per l’atteggiamento assunto, in vista delle primarie del partito.

Renzi da Rottamare – “In Renzi c’è una marcata adesione a modelli culturali che io penso debbano essere rottamati – ha detto oggi Nichi Vendola intervistato da Maria Latella su Skytg24 – Bisogna rottamare la subalternità culturale di certa sinistra al modello liberista che sta scorticando l’Europa”. Dunque, per il presidente della regione Puglia, leader di Sel, il sindaco rottamatore andrebbe rottamato.

Vendola non ha paura di Renzi – Per Nichi Vendola, sia il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, sia il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, sono attualmente dei “competitori” con i quali si augura di mantenere intatti i buoni rapporti umani, senza cioè la “violenza polemica” che spesso oggi caratterizza la politica italiana. Nell’intervista con Maria Latella, il leader di Sel ha sottolineato di non aver paura di Renzi come concorrente per le primarie del Pd, ma del suo atteggiamento di subalternità oramai stagnante e vecchio.

Maria Rosa Tamborrino