Inter, la felicità di Stramaccioni: “Vittoria che vale triplo”

Inter, Stramaccioni felice – La gioia del giorno dopo: Andrea Stramaccioni, tecnico dell’Inter, è ancora raggiante per la sofferta vittoria di ieri sera contro il Milan: “Certe vittorie – afferma il giovane allenatore ai microfoni di Radio Anch’Io Sport, il programma di Radio 1 – valgono doppio, anzi triplo. Abbiamo retto alla grande nonostante l’inferiorità numerica ed è molto bello vincere un derby in condizioni difficili, giocando in 10 per tutto il secondo tempo“. E Moratti si lascia andare a paragoni importanti:Il presidente mi ha paragonato a Mourinho? Sono orgoglioso ma sorrido: Mou è un grande, ha vinto tantissimo ed ovunque, mentre io sono ancora nessuno”. 

Aneddoti e affini – L’intervista prosegue con i modelli che hanno segnato la carriera di Strama: “Potrei dire Ulivieri o Spalletti o Conti, che ho avuto la fortuna di conoscere e con cui ho collaborato in passato. Sto vivendo un sogno ma resto con i piedi per terra, perché so che ancora ho tanto da lavorare”. Il suo rapporto con Cassano sembra andare a gonfie vele: “Basta l’episodio di ieri: mi ha abbracciato e preso in braccio e non mi lasciava più”. E sui tifosi: Mi sono molto vicini e non posso che ricambiare tutto questo affetto. Dopo la sconfitta col Siena fanalino di coda non hanno mai smesso di incitarci. La dedica del derby è un modo per ripagarli di tutto ciò che fanno per noi”. 

Edoardo Cozza